Corsi Vitamina, integratori di creatività

Anche online, con programma personalizzabile.

Adesso posso confessarlo: nel 2011 avevo preso BTO un po’ sottogamba. Non nel senso di metterci poca cura, ma di aver un po’ sbagliato il tono e la scelta degli argomenti da proporre a una platea che immaginavo molto conservatrice. Per fortuna siamo arrivati in tempo per seguire tutta la prima giornata e a metà pomeriggio ho detto a Filippo, ehi, sai che c’è? Io vado in albergo a rifare le slide, queste.

Nel 2012 siamo arrivati preparati, ma non nel senso di pronti, anzi, la consapevolezza dell’altezza dell’asticella era tale che Filippo a un certo punto voleva abbattermi e gettarmi nell’Arno. Per fortuna anche nel 2012 siamo arrivati in tempo per seguire tutta la prima giornata e a metà del pomeriggio sono andata in albergo a rifare le slide, queste.

Quest’anno l’asticella era così alta da non essere neanche visibile e quindi Filippo ha deciso di usare un microscopio elettronico e di parlare di storie, relazioni e fisica quantistica. L’ho trovata un’idea bellissima fino a domenica sera, poi sono entrata nel tunnel della paranoia, e indovinate come è andata? Il pomeriggio del primo giorno ho rifatto le slide, queste.

Ogni anno da tre anni partiamo con un’idea «questa è da BTO!» e per tutto l’anno raccogliamo i pensieri e gli appunti per concretizzarla. Per dire, ad agosto a Trollstigen fotografavo i cumuli di pietre pensando al parallelo con i check-in di Foursquare. Mettiamo insieme tutto, il discorso fila, siamo convinti ma non convintissimi. Poi arriviamo a Firenze e quasi senza rendercene conto troviamo lì tutti i pezzi che ci servono per completare il discorso e l’energia per farlo. Ecco, la magia di BTO è tutta qui: trovi quello che ti serve quando ti serve senza neanche sapere che lo stavi cercando.

Vuoi le coccole al lunedì mattina?

E poi:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.
Tutti i campi sono obbligatori.

Puoi usare questi tag e attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>